Chi sono

118 -

foto di Dino Ignani

 

Alessandro Canzian (1977), vive e lavora a Maniago (Pordenone). Ha collaborato e collabora saltuariamente con varie riviste e blog (Progetto Babele, Whipart, Books and other sorrows di Francesca Mazzuccato, Blog di Poesia di RaiNews di Luigia Sorrentino). Nell’ottobre 2008 ha fondato la SAMUELE EDITORE (dal nome di suo figlio), che ad oggi ha pubblicato volumi premiati (Premio Gatto, Premio Camaiore, Premio Città di Forlì), prefazioni eccellenti (Squarotti, Tomada, Cucchi, Pecora, Rondoni, Vecchioni), ha pubblicato poesie di Franco Buffoni, Maria Grazia Calandrone, Isabella Vincentini e altri, e ha svolto fiere e presentazioni nelle maggiori città italiane (Roma, Milano, Torino, Pordenone, Udine, Napoli, Fiera del Libro di Torino, Pordenonelegge, Casa della Poesia di Milano, Ritratti di Poesia a Roma) con partecipazioni di Maurizio Cucchi, Marina Giovannelli, Silvio Ramat e altri. Dal 2013 pubblica anche poesia straniera ed ha all’attivo, tra gli autori pubblicati più prestigiosi, il massimo poeta vietnamita vivente Nguyen Chi Trung e la nicaraguense candidata al nobel Claribel Alegría, quest’ultima promossa su RAI3 e presentata in Nicaragua nell’agosto 2015 da Zingonia Zingone. Come autore ha pubblicato Christabel (Ed. Del Leone, Spinea 2001, quarta di copertina di Paolo Ruffilli), La sera, la serra (Mazzoli 2004, prefazione di Tita Paternostro), Canzoniere inutile (Samuele Ed., Fanna 2010, prefazione di Elio Pecora, di cui un testo su “Tuttolibri” nel 2007 con critica di Maurizio Cucchi), Cronaca d’una solitudine (Samuele Ed. 2011, quaderno bifronte con Federico Rossignoli), Luceafarul (Samuele Editore 2012, prefazione di Sonia Gentili) e il saggio su Claudia Ruggeri: Oppure mi sarei fatta altissima (Terra d’ulivi 2007, presentato a Lecce con Michelangelo Zizzi). Con la stessa editrice e nello stesso anno del saggio ha pubblicato Distanze, una collaborazione fotopoetica con Elio Scarciglia. Ha partecipato a varie rassegne letterarie quali “Donne che dovresti conoscere” a Lecce nel 2007 con Mario Desiati, “Poetica” a Pisa nel 2008 con Alessandro Agostinelli, “Pianeta Poesia” a Firenze nel 2009 con Rosaria Lo Russo, “Pordenonelegge” nel 2010, la “Festa di Poesia” a Pordenone nel 2010 come co-organizzatore e nel 2011 come autore, a Milano alla “Casa della Poesia” invitato per il quinquennale della fondazione della Casa, “Residenze Estive” a cura di Gabriella Musetti nelle edizioni 2012 e 2013, e il festival “La poesia del Giovedì” a cura di Giulia Rusconi e Maddalena Lotter nel 2013. A settembre 2009 ha curato la manifestazione “Poesia e ispirazione, perchè si scrive” all’interno dei festeggiamenti per l’equinozio dell’associazione culturale Vele Libere ad Azzano X (Pordenone). Nel novembre 2011-gennaio 2012 ha organizzato insieme al Comune e alla Biblioteca Civica di Maniago il festival letterario “La Fila”. A giugno 2012 ha organizzato “Poesia tra le acque di Polcenigo” che nel contesto della fonte del Gorgazzo (Pn) ha visto incontri, discussioni e letture di Gian Mario Villalta, Mary Barbara Tolusso, Sebastiano Gatto, Fabio Franzin, Giacomo Vit, e altri. Nel 2013, col Comune di Maniago, ha allestito una mostra di pittura con opere di Cesco Magnolato (alcuni anni fa vincitore della Biennale di Venezia), Dino Facchinetti, Sergio De Giusti. Sempre nel 2013 ha organizzato il Festival “Arta Poesia” ad Arta Terme, nel Comune dove Carducci scrisse la poesia “Comune Rustico” con partecipazione di Francesco Tomada, Michele Obit, Fabio Franzin, e altri. A settembre 2013 ha presentato al Circolo della Stampa di Milano 5 libri 5 poeti, presentazione degli editi di Amos Mattio, Ottavio Rossani, Sonia Gentili, Giovanna Frene (inserita nei “Nuovi Poeti Italiani 6” di Einaudi), Mary Barbara Tolusso). A dicembre 2012 ha vinto il secondo Premio di Poesia al Leone di Muggia con la raccolta Histoire d’O e nel 2014 è menzione al Premio Lorenzo Montano per il Luceafarul. Nel 2012 Gian Mario Villalta lo inserisce tra le voci della poesia pordenonese insieme a Roberto Cescon e altri nel volume Antologia dei Grandi Scrittori di Pordenone. Nel 2013 Alessandro Agostinelli lo inserisce tra i poeti italiani nell’articolo “Penisola dei poeti” uscito nell’Espresso (articolo in cui Agostinelli gli fa anche un’ampia intervista nella veste di Samuele Editore indicandolo come uno dei migliori editori di poesia emergenti). Interviste e testi sparsi si trovano inoltre in diversi siti e riviste (Versante ripido, L’estroverso, Circulo de Poesia Messico – traduzioni in spagnolo a cura di Alejandra Craules Breton). Un articolo tratto dal presente blog (The place to be) è stato nel dicembre 2013 pubblicato nella rivista “NEMLA Italian studies” del College of New Jersey (a cura di Simona Wright) sia in versione cartacea sia online come prefazione di un’antologia di poeti veneti comprendenti: Fabio Franzin, Giovanna Frene, Sebastiano Gatto, Giulia Rusconi, Sergio Maria Serraiotto, Piero Simon Ostan, Alberto Trentin, Giovanni Turra. Il 15 gennaio 2014 l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia lo invita a leggere e discutere il suo Lucefarul nell’anniversario della nascita di Mihai Eminescu, autore del Luceafarul originale (da cui la rivisitazione) pubblicato a Vienna nel 1883 dall’Almanahul societăţii studenţeşti Romania-jună. Il 14 maggio 2014 tiene un convegno a Lecce, presso la sala della Stampa, insieme ad Angela Felice (direttrice del Centro Pier Paolo Pasolini di Casarsa) dal titolo “Le identità dialettali. Pasolini e la tradizione poetica in Friuli” occupandosi nello specifico della poesia friulana da Pasolini a Federico Tavan. A maggio dello stesso anno il traduttore per Einaudi Andrea Sirotti traduce il suo Aftermath per iniziare a presentarlo negli ambiti angolofoni all’interno di un progetto di proposizione della poesia italiana all’estero. Sempre nel 2014, in estate, organizza “Verdarti”, un festival letterario all’interno di una mostra di installazioni artistiche naturalistiche. L’evento riscontra echi in Italia, Francia, Stati Uniti, India. Il 23 aprile 2015, in occasione della Giornata Mondiale del Libro e del diritto d’Autore, presso l’Università di Udine tiene il discorso “Piccola editoria e grande cultura: sinonimi di resistenza”. Sempre nel 2015 organizza “Aspettando Ritratti di Poesia” a Roma alla quale partecipano Flaminia Cruciani, Claudio Damiani, Sonia Gentili, Giovanna Iorio, Sandro Pecchiari, Maria Pia Quintavalla, Gabriella Sica, Luigia Sorrentino, Isabella Vincentini, Zingonia Zingone, e il festival “Voci di donne” per il Comune di San Quirino (Pn) (un festival di incontri e presentazioni all’interno della mostra di pittura di Rachel Slade “Crambe tataria”). Nello stesso anno per il Comune di Arta Terme (Ud) fonda e assume la direzione artistica del Premio Carducci in Carnia ne il Comune Rustico che eredita l’esperienza del 2013 del Soggiorno dei Poeti e lo trasforma in un Festival attorno al Premio. Per l’occasione viene intervistato per RAI Radio Uno e per RAI3. A giugno 2015 viene contattato dalla Benemérita Universidad Autónoma de Puebla in Messico per la traduzione di alcune sue poesie all’interno di un progetto universitario. Il 19 agosto 2015 Giovanna Rosadini, ne Il Corriere della Sera – La Lettura, riprende l’articolo tratto dal presente blog (Evviva la Poesia è vegana!) in merito alla discussione sulla Poesia nata dalla presunta chiusura della collana mondadoriana Lo Specchio ed elogia la sua attività editoriale definendolo “una di quelle «eroiche» realtà poetico-editoriali citate da Di Stefano” (in riferimento all’articolo di Paolo di Stefano ne La Lettura del Corriere della Sera del 9 agosto). A novembre 2015 apre il ciclo di incontri sulla Poesia Una scontrosa grazia a Trieste, a febbraio 2017 apre un secondo ciclo sempre specifico per la poesia a Palazzo Grimani a Venezia in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e la Scuola di Musica Antica di Venezia. Nello stesso periodo collabora con il ciclo di incontri #Poetry a Faenza. A gennaio 2016 apre il primo Corso di Poesia che diventerà a fine 2017 un portale specifico per l’offerta di servizi specifici per poeti e artisti e per la condivisione gratuita dei testi (Laboratori Poesia). A ottobre 2016 fonda Libri in Cantina Poesia presso le Cantine Collalto di Susegana (Tv). A gennaio 2017 viene incaricato dalla Casa Editrice argentina Buenos Aires Poetry di curare un’antologia della Poesia Italiana contemporanea. Articoli sulla sua poesia sono usciti su Il Piccolo, La Lettura (Corriere della sera), L’Unità, Illustrati, Il Segnale, Italian Poetry Review, e altri.

 
 
 
 
 
 
 
 
ilcoloredellacqua
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annunci