Un’anteprima del Condominio su Neobar

 

 

Indossare la parola a sangue freddo, nella necessità di relazionare le immagini senza esserne travolti con il rischio di sgranare i fotogrammi. Nessun cedimento permesso, tranne la vibrante percezione di un antigiudizio presente e indagatore che sappia muoversi invisibile, aleggiante e indisturbato, ricognitivo sull’orda delle macerie strutturali umane, i crolli a tendere l’agguato ovunque, all’interno di un’architettura umana in continuo sfaldamento. Lo sviluppo emotivo è lasciato all’arbitrio del lettore di questi otto “microfilm” che l’autore, Alessandro Canzian, ha donato a neobar in una piccola anteprima della sua prossima pubblicazione. (Doris Emilia Bragagnini)

 

Continua su neobar