Missing you

matisse

Mi sveglio alle cinque di mattina,
tra le mani l’odore ancora chiaro
del tuo corpo, nel tuo corpo la mia sera.


Alle otto apro le finestre, il mondo
ha un senso di capelli ancora in bocca
– ne trovo anche facendo la pipì
e sono il segno della tua presenza -.


Alle nove ti preparo un caffè
senza tazza e senza acqua, alla finestra
cercandoti nell’alone che si crea
guardandomi da lontano. Cerco


il cellulare, penso a un sonetto
di cui non sono capace, penso a te
di cui non sono capace, e si fanno le undici


troppo presto ancora per vivere.








Annunci

10 thoughts on “Missing you

  1. Quando si è coinvolti in misura totalizzante….
    Mi piace
    Giancarlo

    Mi piace

  2. bel quadro accompagnato da altrettanti bei versi. Isabella

    Mi piace

  3. Non è mai troppo presto per vivere e amare. Lila

    Mi piace

      1. Può accadere, sì, ma l’esperienza poi ti aiuta..

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close