Aprire – Antonio Porta

porta

Per chiudere quest’anno delle vecchie, vecchissime poesie, che amo molto. Aprire, di Antonio Porta (Scheiwiller 1964, poi riprese ne I rapporti umani, Feltrinelli 1966).

Una frattura completa dell’ossatura del verso, una fotografia in bianco e nero della donna, delle sue gambe, della tenda, della sabbia, di una mano, del mondo.

Perchè oggi 31 dicembre è questo: un foro, ventre disseccato, la porta chiusa, / la porta si apre, si chiude, ventre premuto, / che apre, muro, notte, porta.








Aprire




I

Dietro la porta nulla, dietro la tenda,

l’impronta impressa sulla parete, sotto,

l’auto, la finestra, si ferma, dietro la tenda,

un vento che la scuote, sul soffitto nero

una macchia più oscura, impronta della mano,

alzandosi si è appoggiato, nulla, premendo,

un fazzoletto di seta, il lampadario oscilla,

un nodo, la luce, macchia d’inchiostro,

sul pavimento, sopra la tenda, la paglietta che raschia,

sul pavimento gocce di sudore, alzandosi,

la macchia non scompare, dietro la tenda,

la seta nera del fazzoletto, luccica sul soffitto,

la mano si appoggia, il fuoco nella mano,

sulla poltrona un nodo di seta, luccica,

ferita, ora il sangue sulla parete,

la seta del fazzoletto agita una mano.








II

Le calze infila, nere, e sfila, con i denti,

la spaccata, il doppio salto, in un istante, la calzamaglia,

all’indietro, capriola, poi la spaccata, i seni

premono il pavimento, dietro i capelli, dietro la porta,

non c’è, c’è il salto all’indietro, le cuciture,

l’impronta della mano, all’indietro, sul soffitto,

la ruota, delle gambe e delle braccia, di fianco,

dei seni, gli occhi, bianchi, contro il soffitto,

dietro la porta, calze di seta appese, la capriola.








III

Perchè la tenda scuote, si è alzato,

il vento, nello spiraglio la luce, il buio,

dietro la tenda c’è, la notte, il giorno,

nei canali le barche, in gruppo, i quieti canali

navigano, cariche di sabbia, sotto i ponti,

è mattina, il ferro dei passi, remi e motori,

i passi sulla sabbia, il vento sulla sabbia,

le tende sollevano i lembi, perchè è notte,

giorno di vento, di pioggia sul mare,

dietro la porta il mare, la tenda si riempie di sabbia,

di calze, di pioggia, appese, sporche di sangue.








IV

La punta, la finestra alta, c’era vento,

si è alzato adagio, stride, in un istante,

ovale, un foro nella parete, con la mano,

in frantumi, l’ovale del vetro, sulle foglie,

è notte, mattina, fitta, densa, chiara,

di sabbia, di diamante, corre sulla spiaggia,

alzato e corso, la mano premuta, a lungo,

fermo, contro il vetro, la fronte, sul,

il vetro sulla mattina, premette, oscura,

la mano affonda, nella terra, nel vento, nel ventre,

la fronte di vetro, nubi di sabbia,

nella tenda, ventre lacerato, dietro la porta.








V

Ruota delle gambe, la tela sbatte nel vento,

quell’uomo, le gambe aderiscono alla corsa,

la corda si flette, verso il molo, sulla sabbia,

sopra le reti, asciugano, le scarpe di tela,

il molo di cemento, battono la corsa,

non c’è che mare, sempre più oscuro, il cemento,

nella tenda, sfilava le calze con i denti,

la punta, ha premuto un istante, a lungo,

le calze distese sull’acqua, sul ventre.








VI

Di là, stringe la maniglia, verso,

non c’è, né certezza, né uscita, sulla parete,

l’orecchio, poi aprire, un’incerta, non si apre,

risposta, le chiavi tra le dita, il ventre aperto,

la mano sul ventre, trema sulle foglie,

di corsa, sulla sabbia, punta della lama,

il figlio, sotto la scrivania, dorme nella stanza.








VII

Il corpo sullo scoglio, l’occhio cieco, il sole,

il muro, dormiva, il capo sul libro, la notte sul mare,

dietro la finestra gli uccelli, il sole nella tenda,

l’occhio più oscuro, il taglio nel ventre, sotto l’impronta,

dietro la tenda, la fine, aprire, nel muro,

un foro, ventre disseccato, la porta chiusa,

la porta si apre, si chiude, ventre premuto,

che apre, muro, notte, porta.








Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close