Le beatitudini della malattia – Roberta Dapunt

coverdapunt

Le beatitudini della malattia

Roberta Dapunt – Einaudi 2013



In questi giorni, devo ammettere, sto leggendo molti libri che mi piacciono. E devo anche ammettere che la Bianca Einaudi di quest’anno non mi lascia affatto indifferente.

Le beatitudini della malattia di Roberta Dapunt (che con Einaudi aveva già pubblicato La terra più del paradiso nel 2008) è un libro che ho incontrato per caso, e che mi ha coinvolto e convinto. Sarà che ha in sé caratteristiche della poetica di Cucchi, sopratutto dell’ultimo suo volume in versi nell’osservazione della sedimentazione umana. Sarà che ricorre nel libro il termine Uma, che in nota viene detto significare Madre ma che l’autrice usa come nome universale, e tanto ricorda l’Onda del Maa Onda vallerughiano. Sarà che comincio ad apprezzare questi libri che gravitano attorno a un tema (o monotema) forte che viene quasi ossessivamente analizzato sotto varie prospettive, e che mi ricorda l’appena letto La morte moglie di Ivano Ferrari. Sarà, infine, che è appena morto Federico Tavan, poeta della diversità e della malattia intesa come malattia mentale che alla fin fine altro non è che un diverso modo di osservare la vita (slegato, o slogato, dai punti di riferimento soliti). Ma questo libro di poesia mi è piaciuto moltissimo.

Ma di Le beautitudini della malattia vorrei sottolineare sopratutto la delicatezza di un dettato che si dipana tra le pagine quasi in contrasto con la materia trattata. La malattia, la vecchiaia, l’Alzheimer, lo straniamento dell’identità, i sensi che si attenuano aumentando la distanza col mondo, gli odori anche sgradevoli. Tutto viene raccontato con una grazia che definirei rara. In nota si parla di un cammino mistico che non mi trova del tutto d’accordo, a differenza dell’accenno sulla natura di percorso di conoscenza dello stesso. Perchè in effetti questo libro esplora e vive di conoscenza. Non conoscenza intesa in senso comune come allineamento il più possibile perfetto tra chi conosce e cosa viene conosciuto, ma come distanza tra chi conosce e tutto il resto. Distanza che (non a caso) viene data dalla malattia o dalla vecchiaia, che tra le altre cose ha il merito di svincolare la persona dalle usuali griglie condivise dalla società.

Questo slegamento, questa distanza, creano alla fine l’esigenza di una delicatezza nei confronti della persona malata/anziana ma allo stesso tempo crea nella persona malata la capacità (in un certo qual modo serena) di conoscere la delicatezza del reale. Il percorso conoscitivo che si crea in differenti direzioni all’interno di questa situazione anomala (ripeto: malattia o vecchiaia) diventa quindi orazione, fortezza, fede che a mio avviso non ha connotati religiosi ma tutti umani. È una situazione border line, possiamo immaginare, che smonta le normali griglie conoscitive perchè è a sua volta smontata, fragile, bisognosa di protezione e per questo forte, vera, più dentro alla realtà di quanto si possa pensare.




Annunci

1 thought on “Le beatitudini della malattia – Roberta Dapunt

  1. “così tu ora sai ciò che io non sapevo
    tu racconti ciò che io non avrei ascoltato prima,
    tu ascolti ciò che io non avrei detto mai.
    Ci siamo necessarie, dunque.
    Così poco basta ad essere fondamentale nei giorni”

    Per quello che “vedo”
    non per quello che so
    nel tragitto silenzioso di questa Poesia sono stata dentro gli occhi di Uma

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close